PRIMA PARTE  “VIVERE IL VIAGGIO” 

Una donna, 2.800 chilometri, un Cammino solitario.

IL 25 Febbraio partirò per un lungo viaggio a piedi in solitaria: da Desenzano del Garda a Finisterre, per un totale di circa 2.800 chilometri.

Percorrerò la Via Postumia in Italia fino a Genova, da lì prenderò la Via della Costa Ligure fino a Mentone. Attraverserò la Francia fino al passo di Somport dove prenderò il Cammino Aragonese che attraversando i Pirenei mi porterà in Spagna dove mi congiungerò con il Cammino Francese fino a Santiago de Compostela e Finisterre.

Camminerò per circa tre mesi sui tracciati degli antichi Cammini medievali e sulle vie del trekking francesi.

In solitaria… solo io, il mio zaino, il mio quaderno e la strada da percorrere.

SECONDA PARTE

Condividere il viaggiare lentamente: una mostra e uno spettacolo teatrale.

Il mio cuore contiene due strade che amo: il cammino e l’arte. Queste due passioni possono sposarsi, andare insieme e creare qualcosa di bello.

Durante il cammino scriverò poesie, testi, riflessioni e utilizzerò il materiale per creare un monologo teatrale e una mostra di immagini e poesie. Scriverò un libro per condividere la bellezza e la gioia di viaggiare a piedi.

A lavoro terminato mi impegnerò per portare in giro mostra e spettacolo il più possibile. 

TERZA PARTE

In Cammino, tutti possono farlo per essere felici.

Camminare per me è fondamentale, è l’aria che respiro. È il modo in cui riesco a stare al mondo circondandomi di bellezza e magia. Tutte le mie angosce trovano uno spazio di luce, la mente si chiarisce, lo spirito vola alto e i piedi mi portano lontano… guidati da una spinta che arriva dal profondo di me

Dopo alcuni viaggi a piedi in solitaria, ho deciso di condividere la gioia e lo spirito dell’esperienza e ho cominciato a portare chi lo desidera sul Cammino con me. 

Il desiderio è quello di portare in Cammino coloro che ne avrebbero bisogno o volontà ma non se lo possono permettere economicamente. Con le offerte raccolte grazie allo spettacolo/mostra desidero mettere da parte i fondi per portare in Cammino chi vive situazioni di difficoltà, per trovare un luogo altro dove vivere un’esperienza importante per la loro crescita. Vorrei rivolgermi soprattutto a giovani e adolescenti che vivono situazioni di disagio. Finanziando loro il viaggio.